30 gennaio 2017

Non solo una canzone

"One of my all time faves", una delle mie preferite in assoluto, ho scritto su blip rilanciandola, ma potrei anche adottare le parole del mio amico Enzo Favoino, che a proposito dei Jefferson Airplane (e dei Jefferson Starship) dichiara: "li adoro. Da sempre e per sempre".
Di come da ragazzino l'ascoltavo di notte con le cuffie ho già scritto.
Wild Tyme, come tanti altri pezzi della West Coast di quell'epoca, per me il tempo lo abbraccia dentro e fuori.

Giorno trenta: provare ad abbracciare il futuro come si sa abbracciare il passato, provare a fare in modo che i tempi migliori siano quelli a venire.

2 commenti:

  1. È vero: "il tempo lo abbraccia dentro e fuori".
    C'è chi le emozioni le crea, e loro erano bravissimi a farlo.
    Poi c'è chi quelle emozioni sa non solo viverle, ma descriverle, cosa non semplice, incuneandosi in quel territorio sospeso tra la vibrazione emotiva e la formulazione verbale.
    Evidentemente, gestire un blog con attenta costanza, aiuta a fare incontrare la prima e la seconda. L'emozione e la parola che le dà identità
    Bravo Zu.

    RispondiElimina

Grazie per aver letto le mie parole, sarò lieto di leggere le tue.



a cura di Giulio Pianese

scrivimi