28 dicembre 2015

Il nuovo Nuovo Testamento

Dio esiste e vive a Bruxelles è un film divertentissimo. Partendo da un grottescamente plausibile ribaltamento sulla figura di Dio, ne fa conseguire una serie di trovate che suscitano grande ilarità e del pensiero, considerando vari aspetti della condizione umana.
Se guardi l'anteprima, scommetto ti verrà voglia di vederlo tutto. Sbrigati però, perché tende a sparire dalle sale, il che mi innesca indignazione (se penso alle scelte dei distributori) o scoramento (se penso alle preferenze del grande pubblico).
Per mia fortuna, me lo sono goduto appena è uscito. Già sapevo che mi sarebbe piaciuto: Jaco Van Dormael è il regista che all'inizio degli anni novanta aveva diretto uno dei miei film preferiti in assoluto (Toto le héros: un eroe di fine millennio).
Per mia doppia fortuna, l'ho visto in compagnia di mio figlio quindicenne, che a sua volta ha molto apprezzato e assai gradito.

--
bonus: Charles Trenet, La Mer

2 commenti:

  1. sottoscrivo in pieno!
    e il fatto che tu l'abbia visto con qualcuno che ha molto apprezzato ne accresce il piacere.
    poi, so che il video (su you tube si trovano dei frammenti) non vale tutto lo splendore dello spettacolo, ma se ti capita in qualunque parte del mondo di vedere in cartellone a teatro il suo "kiss and cry" non perdertelo.
    (la "danza" della mano è solo un'infinitesima meraviglia di che cos'è)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, e.l.e.n.a.!
      Prendo nota.
      :-)

      Elimina

Grazie per aver letto le mie parole, sarò lieto di leggere le tue.



a cura di Giulio Pianese

scrivimi