14 gennaio 2013

Modalità svacco

Intendiamoci, sono contento di essermi messo a disposizione del maestro come cavaliere ai nuovi corsi di tango e stasera avevo anche voglia di ballare, però quando la mia ex compagna di corso che sta ripetendo il secondo mi ha detto che stasera non ci sarebbe stata, non ho faticato a mettermi in modalità svacco.
Ogni tanto la vita va presa come un film d'intrattenimento, ogni tanto va bene passare un po' di tempo senza pretese e senza costrutto, indugiando al disimpegno e indulgendo al torrone alle mandorle. Poi certo verrà voglia di recuperare l'attività e la forma fisica, ma vivere il presente può e deve comprendere un po' di gentile inerzia.
Nota per le persone care: son sereno e mi si dipingono lievi sorrisi.

6 commenti:

  1. A me manca da morire e lo penso tanto...ma si disturba se lo chiamo..anch'io mi sono concessa tanti cioccolattini...ma domani basta! Parola.

    RispondiElimina
  2. una persona cara15 gennaio 2013 00:29

    Bene, sorrido anch'io.
    Dimmi, però, che il torrone non l'hai mangiato tutto! ;-)



    RispondiElimina
  3. Quelli che …
    …chi si ferma è perduto
    …dove trovi il tempo per (…)
    …non ho mai tempo per me
    ………………………
    La vita è anche un sano svacco!
    Meno male che Giulio c’è.
    Elena Seguidora

    RispondiElimina

  4. Nel frattempo una poesia.

    Zoccoli di mare.

    Zoccoli riposti su di una fine sabbia,
    Lasciata alla brezza di agosto,
    Compagni di due di fianco.
    Ed insieme attesero di riprendere a strofinar suolo,
    Battendo quell'oro al divenir,
    Fino al bel tramonto.
    Voltato lo sguardo al buio mare
    ancora scrosciante di sale,
    Si salutano per cenare.
    Stella*

    RispondiElimina

Grazie per aver letto le mie parole, sarò lieto di leggere le tue.



a cura di Giulio Pianese

scrivimi