11 novembre 2012

Per più destinatari

Mi scrivo un promemoria prima che la stanchezza prenda il sopravvento. Quando si accumulano tante piccole cose da sistemare, la tentazione è quella di tirare una riga cancellando tutto quanto, nell'illusione che si possa ricominciare da zero con più facilità. Sappiamo invece che sarebbe come nascondere la polvere sotto il tappeto, oppure, per dirla con un'immagine più efficace e già accennata qua e là, come seppellire dinamite in giardino. Meglio ricordarsi che per far le cose bisogna farle e che per farle basta molto meno di quel che immagini, purché ti decida a iniziare, a piccoli passi, con l'efficacia di un gesto alla volta.

7 commenti:

  1. certo ...questo vale per tutti...necessariamente, comunque e sempre!!!
    Buon dì *

    Stella*

    RispondiElimina
  2. Giuro che me l'attacco sul frigo..prima di non poter più camminare in giardino ! ;)
    La Mari

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :) bella!
      Stella*

      Elimina
    2. è un giardino selvaggio o un giardino-deposito?

      Elimina
  3. ok questo va bene pure per chi ha un forte rifiuto a iniziare a stirare? :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì, però stira solo l'indispensabile (tra i singoli gesti, contempla quello dell'esclusione)

      Elimina

Grazie per aver letto le mie parole, sarò lieto di leggere le tue.



a cura di Giulio Pianese

scrivimi